Recupero Hardware

Da GolemWiki.
Versione del 22 apr 2020 alle 21:32 di Giomba (discussione | contributi) (Cosa fare degli altri oggetti elettronici?)

Trashware: recupero dei computer dismessi, installazione di software libero e donazione per finalità sociali

Siamo un'associazione di Promozione Sociale che ricondiziona i computer dismessi, vi installa tanti programmi utili e Liberi, e poi dona i computer a chi ne ha bisogno. Le apparecchiature che noi accettiamo devono essere funzionanti, perché vogliamo regalarle a delle persone: un computer rotto, inutilizzabile, non è un bel regalo da fare.

Accettiamo sia computer completi che componenti hardware, che rispettino almeno le caratteristiche minime riassunte in seguito.
Siamo coscienti del fatto che i requisiti sono abbastanza elevati, ma abbiamo già sufficiente materiale più vecchio di quello indicato, e la nostra officina non è infinita :-)
Se il materiale non può essere accettato, si consiglia di scrivere alla lista nazionale Trashware, magari si è più fortunati.

Accettiamo hardware più vecchio di quello indicato solo se vecchissimo e di interesse storico: siamo a conoscenza di gruppi ed associazioni dedite al recupero di tale materiale e, anche se indirettamente, contribuiamo volentieri a preservare la memoria storica dell'informatica.
Alcuni esempi di materiale storico sono: hardware non Intel-x86 compatibile, MOS, Motorola, Z80, Apple, Amiga, Amstrad, Atari, Commodore, Sinclair, ecc...

Requisiti

  • Processore minimo Architettura x86_64, con almeno 2 core (es. AMD Athlon64 X2). Tendenzialmente, tutti i processori con più core vanno bene.
  • RAM Almeno 2GB di RAM, perché al di sotto è difficile realizzare dei computer che possano avere un uso proficuo. Stiamo cercando DDR2 e DDR3, taglio minimo almeno 1GB
  • Hard Disk SATA almeno 80 GB (no dischi EIDE/PATA). I dischi a stato solido SSD vanno bene di qualunque tipo.
  • Alimentatore preferibilmente ATX 24-pin, con connettori SATA (di più vecchi ne abbiamo abbastanza)
  • Monitor a schermo piatto (plasma, LCD o LED) qualunque rapporto d'aspetto, risoluzione minima 1280×1024, HDMI (VGA e DVI ne abbiamo fin troppi)
  • Schede di rete Giga Ethernet 1Gbps, almeno PCIe o piu recenti. Di Fast Ethernet PCI ne abbiamo a volontà. (No 10Mbps, no TokenRing)
  • Router e switch, preferibilmente Giga Ethernet 1Gbps (di Fast Ethernet 100Mbps ne abbiamo abbastanza)
  • Access Point Wireless e antenne esterne, 2.4GHz o 5GHz, almeno G (54Mbps), preferibilmente N (150, 300Mbps o più)
  • Tastiere e mouse solo se USB e non wireless, perché non si trovano mai le batterie quando servono
  • Schede audio, PCIe o più recenti (no PCI/ISA)
  • Altoparlanti, solo con alimentazione, anche se non di alta qualità
  • Cuffie e microfoni, sia analogici che digitali (jack, USB), anche se non di alta qualità

Come riconoscere il materiale?

Golem-template-note-reminder.png Se non si conoscono le caratteristiche tecniche del computer, è possibile visionarle autonomamente seguendo le brevi istruzioni nella mini-guida riconoscere il materiale.
Non è obbligatorio, ma se hai voglia ed esperienza puoi testare il materiale da solo leggendo le nostre pillole hardware.


In caso di difficoltà, potete contattarci tramite il modulo di contatto:

  • successivamente, sarete quasi sicuramente invitati a fornire foto e età del computer;
  • altrimenti, possiamo accordarci e potete portare il materiale in officina durante uno dei nostri incontri, così possiamo valutarlo;
  • altrimenti, possiamo fare un sopralluogo, ma solo se vi trovate in zona e avete molti computer.

Avvertenze

  • Non siamo un'azienda che si occupa di smaltimento rifiuti elettronici (RAEE), quindi non portateci materiale rotto e sicuramente inutilizzabile;
  • Non ritiriamo rifiuti a domicilio;
  • Non siamo un centro informatico: in Officina si impara, non si lascia fare agli altri;
  • È vietato abbandonare materiale davanti alla sede (e anche dietro, di lato e persino sul tetto). Lasciare del materiale fuori dalla nostra sede, magari anche utilizzabile, è inutile in quanto gli agenti atmosferici (come pioggia, umidità e sole) rovinano le componenti elettroniche rendendo le macchine inutilizzabili.

Nella maggior parte dei casi quando la gente sente parlare di trashware o vede in TV servizi come quelli di Geo&Geo o di Report si ricorda che da qualche parte in soffitta o in cantina ha del materiale informatico messo da parte anni prima, pensando che prima o poi lo avrebbe rispolverato, e gli sarebbe magari stato utile per fare qualcosa. Così si rivolge all'associazione di turno e, pensando di fare una buona azione, nella migliore delle ipotesi propone loro il materiale, mentre nella peggiore glielo lascia abbandonato davanti la porta, magari in un giorno che diluvia.

Forse quel materiale qualche anno prima sarebbe stato ancora riutilizzabile, ma adesso l'incalzare del tempo lo ha reso poco più che un rottame. In linea teorica, e per puro esercizio didattico, anche su macchine molto molto vecchie può essere installato software libero e in modo da recuperarle per usi minimali; in pratica, il dispendio di tempo e l'uso abbastanza limitato a cui sarebbero destinate non lo rende conveniente.

Facciamo un paragone per cercare di chiarire meglio questi concetti: ho dei vestiti che non mi stanno più, passati di moda ma buoni, ben conservati lontano delle tarme, lavati e stirati, saranno bene accetti da una associazione di volontariato che potrà riutilizzarli; ma se porto dei vestiti logori, strappati e sporchi, probabilmente me li tirano dietro perché sicuramente non potranno donarli a nessuno.

Se vuoi donarci il tuo computer, perché ti sembra vecchio e lento, oppure vuoi scoprire se è possibile dargli nuova vita con Linux, sei benvenuto. Al contrario, se il tuo computer è irrimediabilmente rotto, abbandonato all'umidità e alla polvere, non possiamo farci niente.

Cosa fare degli altri oggetti elettronici?

Non ci portate telefoni, telecomandi, stereo, televisori o videoregistratori, a meno che non vogliate aiutarci a "spippolare" (es smartphone Android, VCR o Home Theatre con Linux). Le cose impossibili le facciamo, ma per i miracoli ci dobbiamo ancora attrezzare.

Questo genere di cose possono trovare posto in:

Contatti

Per qualunque dubbio non esitate a contattarci o a venirci a trovare!

Pagine correlate