Toscana.linux.it

Da GolemWiki.

Il sito web è attualmente inattivo, ma alcune informazioni sono ancora reperibili attraverso la mailing list su [1] Questa pagina è aperta al contributo di tutti i LUG toscani.

Raccolta delle proposte operative

Premio per le migliori e peggiori amministrazioni verso il software libero

mapserver con le bandierine tipo qualità del mare

potrebbe essere orientata su più parametri:

- effettiva adozione di sistemi open

- miglioramento rispetto alle rilevazioni precedenti (buona volontà)

- quota della componente open sul totale del sistema informatico

comunque la mettiamo, lo spettro di una rilevanza mediatica della ricerca è un elemento essenziale per evitare di essere snobbati dai rispettivi comuni.

Lista delle realizzazioni a X anni dalla LR 1.2004

esempio:

Spett. Sindaco,

Le scrivo a nome del "LUG-X", il gruppo di utenti Linux attivo nel territorio del suo Comune.

Il nostro gruppo, come molti altri in tutta l'Italia, promuove l'utilizzo del sistema operativo libero Linux e di tutti i programmi di Software Libero e Open Source correlati.

Già l'articolo 4 della direttiva del Ministero per l'Innovazione e le Tecnologie del 19 dicembre 2003 (pubblicata nella Gazzetta Ufficiale nr. 31 del 7 febbraio 2004) raccomandava l'uso di soluzioni aperte e non dipendenti da un unico fornitore o tecnologia proprietaria.

L'uso di software libero, dichiarato patrimonio comune dell'umanità, consente infatti di rendersi indipendenti dal produttore, garantisce il pieno accesso ai propri dati che non restano prigionieri di formati proprietari, assicura trasparenza nel funzionamento con la disponibilità del codice, permette di reinvestire il costo delle licenze in formazione e sviluppo, favorendo così lo sviluppo dell'economia locale ed un uso appropriato delle risorse pubbliche.

La legge 01/2004 della Regione Toscana, "Promozione dell'amministrazione elettronica e della società dell'informazione e della conoscenza nel sistema regionale", chiede alle amministrazioni pubbliche locali di promuovere, sostenere e utilizzare preferenzialmente proprio i programmi a "codice aperto", vale a dire Software Libero e Open Source.

Insieme a tutti gli altri gruppi Linux della Toscana stiamo facendo un censimento che -a due anni e mezzo dall'uscita della legge- vuole fare il punto sulla sua reale applicazione.

Alla fine della raccolta dati, che coinvolgerà tutti i soggetti che aderiscono alla Rete Telematica della Regione Toscana, stileremo due graduatorie: quella dei migliori casi di attuazione della legge e quella dei peggiori.

Poiché potremmo non essere a conoscenza di attività interessanti e sostanziali fatti dalla vostra amministrazione nella direzione richiesta dalla legge, le chiediamo di elencarci le attività da voi realizzate in tema di Software Libero, Open Source o più semplicemente con Linux.

Cordiali saluti Il presidente del LUG-X

Carta di Identita' elettronica 2.0

"Il Governo ci riprova: in dirittura d'arrivo un provvedimento che rilancera' il progetto con molte novita'. La nuova Card incorporera' identita', sanita', codice fiscale ma anche patente, tessera elettorale e via dicendo" riferimento

Chiediamo che la massima trasparenza e garanzia di correttezza nella gestione dei dati contenuti in questi trabiccoli futuribili e la sicurezza che tutti i cittadini, qualunque siano i loro "gusti" in termini di tecnologie informatiche, sistemi operativi, ecc. ecc. possano usufruire a pieno di tutti servizi e poter controllare e verificare quello che c'e` nel malefico chip...

Requisiti ovviamente soddisfatti solo dal nostro caro amico Software Libero!  ;)

Ecc.

(inserite le vostre idee)

--Pcav 14:50, Lug 10, 2006 (CEST)


Torna alla homepage dei LUG toscani