Modifiche

Da GolemWiki.

Igiene Informatica

3 022 byte aggiunti, 21:33, 25 nov 2020
m
cenni sulle dimensioni dei file e sul calcolo dei tempi di trasferimento
== Scambio di file ==
=== Buone maniere ===Quando inviamo un file a un amico, un collega, un'azienda, un'istituzione, non diamo per scontato che utilizzino il nostro stesso tipo di computer, di sistema operativo o di programma. Inviare un file di tipo proprietario, cioè leggibile solo dal programma che l'ha salvato, non è carino, se il nostro interlocutore non ha quel programma e quindi non sarà in grado di aprirlo(o potrà aprirlo con difficoltà).
Sarebbe come regalare un CD ad un amico che non ha uno stereo: per quanto possano essere buone le nostre intenzioni, potremmo metterlo in difficoltà.
* .mp4 (per video)
=== Formato PDF ===
Occorre poi considerare il più possibile l'utilizzo di PDF per i documenti: tale formato è leggibile da chiunque, indipendentemente dal programma o dal sistema operativo utilizzato, e chiunque può scaricare gratuitamente un lettore PDF libero da Internet.
In tutti i casi di comunicazione verso l'esterno, è quindi consigliato l'uso del formato PDF.
 
== Dimensione ==
Le prestazioni della rete dipendono dal carico di informazioni che la percorrono: un file grande, sia esso una foto o un video, può richiedere molto tempo per essere trasferito, e sovraccaricare la rete in modo rilevante, oltre a erodere il prezioso traffico delle connessioni a consumo, come quelle cellulari. Il problema del sovraccarico inoltre non è solo dinamico (la consegna), ma anche di archivio: file grandi richiedono dischi sempre più capienti.
 
=== Percepire le dimensioni di un file ===
Spesso è difficile avere percezione delle dimensioni di un file. Si rifletta sui seguenti esempi:
* creare un nuovo documento '''vuoto''' con un word processor, per esempio, occupa fin da subito circa 10 KiB di spazio, mentre questo documento che state leggendo, sebbene appaia lunghissimo e sia più lungo di 30 pagine, pesa meno di 100 KiB. Questo avviene perché, nel primo caso, i metadati del documento occupano buona parte di esso: lo stile, la dimensione del testo, il tipo di carattere, le indicazioni sui margini, l'intestazione... Se il documento invece è meno ricco graficamente, e contiene quasi solo del testo, come questa pagina, allora la dimensione risulterà notevolmente più contenuta.
* inserire una fotografia in risoluzione 4K in una presentazione richiede molto spazio, nell'ordine dei MiB: sono pochi che, ad oggi (2020) dispongono di un monitor in grado di visualizzare tale risoluzione. Perciò, è davvero necessario includere un'immagine così grande? Potrebbe essere più efficiente ridimensionarla, prima, e poi includerla.
 
Il formato del file e il suo contenuto dovrebbe quindi sempre essere scelto in maniera tale da limitare lo spreco di spazio: spesso, quando ci lamentiamo che ''Internet è lento'' o che ''consumiamo troppi Giga'', in realtà basta soffermarsi un attimo a riflettere sulla dimensione dei file che siamo cercando di trasferire.
 
=== Calcolare il tempo di trasferimento ===
Calcolare il tempo necessario a trasferire un file è molto semplice, infatti è sufficiente applicare la seguente formula:
tempo = dimensione : velocità
 
Spesso però è facile sbagliare questo calcolo perché:
* la dimensione dei file su disco viene mostrata in byte (KiB, MiB, GiB cioè KiloBytes, MegaBytes e GigaBytes rispettivamente);
* la velocità della connessione viene mostrata in bit per secondo (Kbps, Mbps, Gbps cioè kilobit, megabit, gigabit);
Prima di fare il calcolo occorre perciò convertire uno dei due valori nell'unità di misura dell'altro, ricordando che:
* <code>1 byte = 8 bit</code>
* K = 10<sup>3</sup>, M = 10<sup>6</sup>, G = 10<sup>9</sup>
* Ki = 2<sup>10</sup>, M = 2<sup>20</sup>, G = 2<sup>30</sup>
 
Problema: voglio caricare una foto carina come nuova immagine del profilo. La foto su disco ha dimensione di 3 MiB, e utilizzo il piano base del mio operatore, che prevede una velocità di invio massima di 3 Mbps. Calcolare il tempo di caricamento.
 
Svolgimento:
* convertire tutto in bit (moltiplicare i bytes per 8) o in bytes (dividere i bit per 8)
** 3 Mbps = 3 x 10<sup>6</sup> bps, che convertiti in byte diventano 3 x 10<sup>6</sup> / 8 = 375 x 10<sup>3</sup> byte
* dividere la dimensione per la velocità
** ( 3 MiB = 3 x 2<sup>20</sup> ) / ( 375 x 10<sup>3</sup> ) = 8.4 secondi
 
Per conoscere la propria velocità di ricezione (download) e di invio (upload) è possibile usare un qualunque sito per fare speedtest, come [https://speedof.me speedof.me], tenendo a mente che la velocità potrebbe comunque cambiare nel tempo.
= Posta elettronica =
* le lunghe liste di destinatari vanno messe in '''BCC''' (in italiano '''CCN''', cioè ''Copia per Conoscenza Nascosta''): in questo modo, i destinatari non possono vedere l'indirizzo email degli altri destinatari, e così viene tutelata la loro privacy.
== WebMail Webmail vs Client client di Posta posta ==
Utilizzare la webmail è sicuramente comodo, ma pensiamo un momento a quante operazioni dobbiamo fare ogni volta che apriamo la webmail:
# apriamo il browser;
* '''Apertura automatica''': spesso client di posta e webmail sono configurati per aprire e visualizzare i messaggi in automatico, magari non appena li riceviamo. In questo modo, possono essere caricati automaticamente eventuali virus o web bugs (vedere il paragrafo apposito). Nel caso specifico delle email, i web bugs possono anche essere utilizzati per capire se l'indirizzo email è attivo, in quanto la semplice visualizzazione delle immagini del messaggio funge da conferma di ricezione: questo permette a eventuali malintenzionati di generare liste di indirizzi email validi da inondare di pubblicità o, peggio, da vendere al miglior offerente. Disattivare quindi l'anteprima automatica: questo permette di vedere il mittente e l'oggetto del messaggio, prima di decidere se aprirlo.
* '''Formato testo''': se invece del "formato HTML" utilizziamo il "formato Testo", non si trasmettono i virus inclusi nell'HTML. I messaggi saranno meno carini e colorati, ma in compenso più sicuri e meno pesanti. I messaggi di posta elettronica scritti in formato testo e senza allegati occupano pochissimo spazio (poche centinaia di bytes).
* '''Allegati''': gli allegati ad un messaggio di posta possono essere dei programmi eseguibili e dei documenti con macro, per cui valgono tutte le accortezze della sezione dedicata ai virus. Cercare di non utilizzare allegati quando possibile, in particolare quelli menzionati. In caso di allegati, prediligere comunque l'uso del formato PDF, per documenti, o JPEG per fotografie.
[[GPG Gnu Privacy Guard]] risolve buona parte delle suddette questioni, ma il suo uso non è immediato, e deve essere utilizzato sia dal mittente che dal destinatario.
== Dimensione dei messaggi e prestazioni Riassunto ==Le prestazioni della rete dipendono dal carico di informazioni che la percorrono: per la posta elettronica, in particolare, dipendono dal numero di messaggi per la grandezza di ciascun messaggio.Un messaggio enorme (1 Mb) inviato a molti utenti (10-20 o più) può sovraccaricare la rete in modo rilevante. Il problema del sovraccarico non è solo dinamico (la consegna), ma anche di archivio. È necessario ridurre al minimo la dimensione e il numero di destinatari di ciascun messaggio. È necessario cancellare dalla casella di posta ogni messaggio inutile. I messaggi di posta elettronica scritti in formato testo e senza allegati occupano pochissimo spazio. '''Regole''' riassuntive 
# La posta '''non''' deve essere utilizzata come un archivio
# Preferire il formato '''testo'''

Menu di navigazione