Modifiche

Da GolemWiki.

IPv6 @ GOLEM

102 byte rimossi, 09:52, 8 ott 2018
OpenVPN
topology subnet
push tun-ipv6
push "route-ipv6 ::/0"
push "route-ipv6 2001:470:c844:20::/64" push "route-ipv6 2001:470:c844:30::/6448" # ...
client-config-dir /etc/openvpn/staticclients
In particolare:
* ''<code>server 10.0.0.0 255.255.255.0'' </code> va messo comunque anche se non si intende utilizzare l'IPv4 nel tunnel; è una limitazione (teorica) al numero di indirizzi IPv6 utilizzabili, ma comunque (in pratica) il server scoppierebbe ben prima;* ''<code>ifconfig-ipv6 2001:470:c844::1 2001:470:c844::2'' </code> il server OpenVPN sarà accessibile attraverso il tunnel tramite l'indirizzo ''2001:470:c844::2''* ''push tun-ipv6'' è un tunnel IPv6;* ''<code>push "route-ipv6 ::/0"'' </code> il server OpenVPN comunica ai client che è il ''default gateway'' per l'Internet IPv6; naturalmente, ogni client è libero di usare il gateway che preferisce, ma se non ha connettività IPv6 non potrà far altro che utilizzare questo;* ''<code>push "route-ipv6 2001:470:c844:20::/6448"'' per ogni ''rete utente rrrr'' </code> è necessario comunicare a tutti i client che la nostra rete è raggiungibile per mezzo del server OpenVPN; questo non esclude la possibilità che due reti utente vicine tra loro possano interconnettersi fisicamente e direttamente;
{{Note
|type=reminder
|text=TODO: In teoria basta la sola rotta di default, ma in pratica non funziona (si potrebbe comunicare un aggregato e risparmiare entrate nelle tabelle di routing dei client? Cosa comporta questo suppone per come è fatto il server OpenVPN?protocollo openVPN a livello 2)
}}

Menu di navigazione