Modifiche

Da GolemWiki.

Lampadino

109 byte aggiunti, 13:29, 12 ago 2019
/files moved
[[File:{{Sviluppo<!--Header-->|nome = Lampadino|status = Funzionante<!--Image-->|foto = Lampadino.jpg <!--General-->| right descrizione = Lampada "smart" a luce soffusa| 250pxlicenza = GPL|autore = [[Utente:Giulio|Giulio]]|contributi =|categorie = Svago|link = }} 
Lampadino è una lampada da notte realizzata con Arduino. Può essere messa dove si vuole, tanto per accenderla, spegnerla e cambiare colore si può usare il telecomando della televisione.
===Sezione di alimentazione===
[[File:Lampadino-alimentazione.gif | 400px | center]]
Vicino ad un punto dove è presente un'uscita dalla lampada è consigliabile saldare il '''regolatore di tensione''', che fornisce l'alimentazione stabilizzata alla parte logica del circuito. I led invece sono alimentati direttamente dall'alimentazione non stabilizzata. Intorno al 7805 vanno inseriti i due condensatori elettrolitici: quello da 1000uF va collegato fra l'ingresso (12V) e la massa, e serve per evitare sbalzi di tensione quando si accendono e spengono i LED, mentre l'altro, da 100uF, va collegato fra l'uscita e la massa, e consente una buona stabilizzazione della tensione. Ricorda di mettere dietro al 7805 un piccolo '''dissipatore'''.
===I LED===
[[File:Lampadino-led.gif | 400px | center]]
Io ho collegato 3 serie di LED (rosso, verde, blu), quindi per alimentarli ci vorranno i 12V, e per pilotarli da arduino servirà per forza qualche transistor. Gli alimentatori recuperati sono un po' ballerini, a vuoto dicono di dare anche 16V, ma quando sono connessi ad un carico scendono a 12V; quindi per evitare brillamenti anomali ho inserito un regolatore di corrente fatto con due transistor NPN e due resistenze. In questo modo, ad ogni filare di led dovranno arrivare obbligatoriamente 20mA, indipendentemente dalle piccole variazioni di tensione.
===La parte logica===
[[File:Lampadino-micro.gif | 400px | center ]]
Ultimo, ma non meno importante, l'alloggiamento per il microcontrollore. A questo bisogna collegare l'alimentazione, l'oscillatore (e i relativi condensatori), la resistenza dal pin 1 ai 5V per evitare che arduino si resetti da solo, e le basi dei tre transistor che pilotano i LED e il sensore del telecomando; anche quest'ultimo deve essere collegato all'alimentazione.
==Caricare il listato==
Prima di inserire il micro nello zoccolo, bisogna programmarlo, quindi lascialo sulla scheda Arduino. Per compilare correttamente il listato devi scaricare la libreria [http://www.pjrc.com/teensy/arduino_libraries/IRremote.zip irremote], e scompattarla nella cartella ''sketches/libraries''. Infine collega la scheda al pc e carica il listato [http://golem.linux.it/files/arduino/giulio/lampadino_mini/lampadino_mini.ino listato[#Download]].
===Configurare il proprio telecomando===
===Testare il corretto funzionamento===
[[File:Lampadino-test.jpg | left200px | right]]
Prima di inserire il chip nello zoccolo fai qualche verifica per accertarti che tutto funzioni correttamente. Ricontrolla di aver montato tutti i componenti nel verso giusto, e prova ad alimentare il circuito e a controllare con il multimetro il regolatore di tensione, ed anche a ponticellare sullo zoccolo il 5V ai piedini del transistor, controllando che si accendano tutti.
 
==Download==
* [httphttps://golem.linux.it/filescloud/arduinoindex.php/giulios/lampadino_mini/lampadino_mini.sch Schema completoXWCwnmEbCWx7qiT Materiale] - Realizzato con Eagle* [[httpCategory://golem.linux.it/files/arduino/giulio/lampadino_mini/lampadino_mini.ino ListatoHowto]]

Menu di navigazione