Pillole hardware

Da GolemWiki.

Avendo a che fare con materiale donato, usato e, molto spesso obsoleto, raramente le cose funzionano alla prima. Bisogna quindi ingegnarsi e cercare la causa del problema.

Indice

Testing di un PC completo

Un computer completo che arriva in officina deve essere subito testato. Se si avvia con successo è necessario annotare sul case/chassis i suoi requisiti:

  • Architettura e modello CPU (Intel Pentium 4 32 bit / AMD Athlon 64 64 bit) e rispettiva velocità di clock (ad esempio 2Ghz)
  • Quantità di memoria RAM, numero slot liberi
  • Dimensione Hard Disk (se presente)
  • Tipo di scheda video (integrata oppure separata) ed eventualmente il modello (Intel / Nvidia...)
  • Eventuali particolari degni di nota (schede audio esterne dedicate, masterizzatore DVD ...)

In questo modo il computer è subito riconoscibile quando dovrà essere preparato per una donazione.

Può anche capitare di avere un PC in pezzi (scheda madre proveniente da una donazione, RAM da un'altra...): è bene effettuare la prima prova con il minimo necessario collegato, ovvero alimentatore, processore, RAM, ed eventualmente la scheda video.

Come si fa?

Gran parte di queste informazioni si possono vedere tramite il BIOS


Navigando fra le schermate si possono ricavare i dettagli della CPU, la quantità di memoria RAM e l'occupazione degli slot. A volte, nella scheda relativa alle memorie di massa, appaiono anche informazioni sulla dimensione dei dischi.

Quello che non si trova nel BIOS si recupera usando un qualsiasi live-CD Linux ed un terminale:

  • lscpu oppure cat /proc/cpuinfo per informazioni sul processore
  • free -h per informazioni sulla RAM (il parametro -h ci dà subito i valori in Gigabyte anziché in byte)
  • fdisk -l per informazioni su tutti gli hard disk e memorie di massa collegate
  • lspci per informazioni sulle periferiche connesse (lspci | grep -i vga per avere informazioni sulla scheda video)

Il live-CD di ArchLinux ha un pratico tool, Hardware Detection Tool, che mostra un pratico riepilogo di tutto ciò che c'è sul computer.

Testing approfondito

È buona norma, dopo questo rapido test (si accende: buono, non si accende: non buono), procedere con test più approfonditi analizzando RAM e Hard Disk per ricercare eventuali settori danneggiati che possono compromettere il funzionamento della macchina in fase di installazione.

RAM Testing

In (quasi) qualsiasi live-CD Linux è presente un'utility per il testing della RAM, detta Memtest86+. Avviare questo programmino e lasciare il computer a elaborare. Se supera i test fino al #6 ci si può reputare soddisfatti e lo si può interrompere. Se ci dovessero essere problemi con l'installazione (si veda il relativo paragrafo) allora lasciarlo andare fino all'ultimo stadio (test #9).

    • si richiede immagine memtest **

Hard Disk testing

Per testare gli hard disk si consiglia di usare il Live-CD Parted Magic, che ingloba già tutte le relative utilities.

  1. Identificare il disco da testare utilizzando il comando fdisk
  2. Lanciare il controllo in sola lettura su tale disco
badblocks -sv /dev/sdXY
  1. Se persistono problemi relativi al disco, o si vuole essere solo sicuri che funzioni, allora lanciare il comando di test in lettura/scrittura. ATTENZIONE: questo comando distruggerà tutte le informazioni presenti su tale disco
badblocks -wsv /dev/sdXY


Troubleshooting

Ovviamente non sempre va così di lusso da avere un PC che si accenda alla prima.

Pre-installazione

il computer non si accende
Si testa l'alimentatore con l'apposito strumento e si prova a sostituire;
il computer si accende (la ventola gira e le spie, se presenti, si accendono), ma non succede nient'altro
  • se il computer è intero, si eliminano tutti i componenti non necessari, lasciando il minimo indispensabile. Appena funziona si testano singolarmente i componenti alla ricerca del guasto;
  • si prova a cambiare l'alimentatore, che potrebbe non dare tutte le tensioni sufficienti all'avvio del computer.
  • una delle RAM potrebbe essere corrotta ed impedire la corretta accensione: provare a sostituirla.
  • se continuasse a non avviarsi ci potrebbero essere guasti a livello di scheda madre (condensatori o integrati danneggiati).
il computer si avvia, individua alcuni componenti, poi si spegne e si riavvia di nuovo
un componente è guasto, quindi bisogna togliere tutte le componenti interne e cominciare a reinserirle una alla volta fino a che non si trova quella difettosa. In un caso abbiamo trovato un floppy danneggiato che metteva in crisi tutta la macchina;

Durante e post-installazione

la macchina si avvia regolarmente, poi durante l'istallazione si blocca misteriosamente o non arriva in fondo
Probabile problema sulla RAM o sull'hard disk, si testino i due componenti.
il computer si spegne da solo o si blocca
* se si nota un eccessivo riscaldamento del processore, bisogna innanzitutto pulire le ventole e il dissipatore, poi pulire la parte a contatto col processore ed inserire l'apposita pasta termica.
* alcuni condensatori si sono danneggiati e sono scoppiati oppure sono gonfiati. Se l'acido presente al loro interno è colato sulla scheda, va buttata, altrimenti è possibile sostituirli, se in numero ridotto e se ne vale la pena (nessuno cambierebbe 4 condensatori ad un pentium III). Vanno sostituiti pazientemente, e devono avere stessa capacità (misurata in µF) e con tensione più alta. Se sono di dimensione fisica maggiore e non entrano nello spazio di quelli vecchi si allungano i piedini e si mettono dove c'è posto. I condensatori si tolgono da altre schede o alimentatori rotti, o si comprano in un negozio di elettronica.
Strumenti personali